Thursday, February 12, 2015

Becoming vegan, becoming humanly correct / Diventare vegana, diventare umanamente corretta

Becoming vegan is a strong experience of great significance.
I thought I had conquered a lot becoming vegetarian, but only when I realized what it really means to be vegan did I understand the long road still ahead. The choice originated from spiritual, human, social, ecological and physical needs, with which I confronted myself during my life and journey of growth: acting correctly towards myself and the world that surrounds me. Towards myself, because I consider it a moral responsibility to take care of my soul, which also needs proper nourishment to grow healthy.  And my body, by respecting it, fulfilling its needs without feeding it dangerous and indigestible foods, as if it were a dust bin or applying beauty creams full of chemical substances, as if my skin wasn't part of my body and could be impermeable to those products dangerous to my health. Towards the external world, because I also have a moral responsibility towards the planet that hosts me and its living beings, whether human or not.

By some coincidence in life I found myself in a guest house on the sea, situated in Auroville, India. There were treatments, massages and others holistic opportunities. I chose an appointment with a nutritionist homeopathic doctor that particularly touched me. After 6 months I decided to register for her nutrition course which not only has changed my life but also those of the other 26 people attending the same program.

The course was structured over three weeks with 4 facilitators. Its purpose was to heal life style diseases, like diabetes, high blood pressure and cardiovascular disorders, obesity, constipation, autoimmune diseases, cancer and others, which by now have reached pandemic levels, through a healthy and innovative diet.
I can assure you that one can completely recover in three weeks of an agreeable and peaceful life, in a beautiful environment, studying nutrition, viewing documentaries on the theme, eating all you want of delicious whole, organic, vegan food, practicing yoga and other spiritual and physical activities, with daily raw vegan cooking classes held in the most clean and perfect kitchen. Included in the package are complete blood tests at the beginning and end of the program and medical check-ups daily or on alternate days, according to individual circumstances. Whoever doesn't reach total reduction of their medicine can progressively do so from home in the following weeks with the continuous medical support by  email, phone or Skype. This support is included in the program for a period of 12 months.

Would you have thought such things existed? Also such capable and honest people? Not to mention, the cost of the entire course  is most affordable. I can testify about this and I am not just saying something that I was told. In three weeks, with the discovery of raw vegan cuisine and it's various and delicious recipes, I personally experienced a deep change in my approach to the preparation of food, the control of my body's health and victory over the types of little aches that we have carried on with for years, mistakenly believing they are by now just part of our being. It is an overall change that harmonizes body and soul and as a result also the world that surrounds us.
The group relationship that develops among the participants, including the facilitators, is very similar to the one among long term school friends or companions in a psychotherapy group: full of harmony, trust, solidarity and support, friendship and brotherhood. I particularly recall a lady in her seventies who didn't eat salads nor fruit and who had a severe throat mucus congestion that caused her to constantly make guttural sounds, which were annoying for her and others. After about a week she confessed having tried a couple of salads, there were in fact signs of recovery since her sounds had already diminished. At the end of the program she was regularly eating from the raw buffet and we all baptized her Evergreen. In our internal group emails she signs herself like that. At the end of the course her sounds had almost disappeared as well as the mucus that was causing it.

We created a Google email group address and write to each other through it, sending reciprocal information and updates. More than seven months have passed and for all, health is a reality now.

I enclose some pictures and invite you to give it a thought. I also suggest to visit SHARAN's website www.sharan-india.org (SHARAN = Sanctuary for Health and Reconnection to Animals and Nature). Here you will find a documentary video on the health and nutrition retreat, many recipes and precious information. If you feel like trying it out please contact me or someone else that can give you guidance at the beginning. It's advisable to make the change, supported by the appropriate blood tests and the necessary knowledge, learning to cook vegan in all its variety and to love it instead of getting bored and losing interest.


Diventare vegana, diventare umanamente corretta

Diventare vegana è un’esperienza forte e di grande contenuto. Pensavo di aver conquistato molto diventando vegetariana, ma solo quando mi sono accorta di quello che vuol dire realmente essere vegana, ho capito quanta strada mi mancava ancora da fare.
La scelta è nata da necessità spirituali, umane, sociali, ecologiche ed anche fisiche, con le quali mi sono confrontata nel mio percorso di vita e di crescita: essere corretta nei confronti di me stessa e con il mondo che mi circonda.
Con me stessa, perché ritengo un dovere morale occuparmi del mio spirito -anche lui va nutrito correttamente per crescere sano- e del mio corpo e cioè rispettarlo dandogli ciò di cui ha bisogno, non somministrandogli cibi dannosi e indigeribili -come se si trattasse di un bidone di spazzatura- o curandolo con creme di bellezza piene di sostanze chimiche non eliminabili, quasi che la mia pelle non fosse parte del corpo e fosse anzi impermeabile a quei prodotti nocivi per la mia salute.
Con il mondo esterno, perché il dovere morale di rispetto vale anche per il pianeta che mi ospita e per gli esseri viventi che lo abitano, siano essi umani o no.
Per alcune coincidenze della vita sono capitata in un Guest House sul mare, ad Auroville in India. L’offerta includeva trattamenti, massaggi e diverse proposte olistiche tra le quali ho scelto un incontro con una dottoressa nutrizionista-omeopatica, che mi ha particolarmente colpita. Dopo 6 mesi ho deciso di iscrivermi al suo corso di nutrizione e posso dire che, senza alcun dubbio, ha cambiato non solo la mia vita, ma anche quella delle altre 26 persone che seguivano il programma con me.
Il corso -modulato in tre settimane e con l’assistenza di 4 facilitatori- aveva lo scopo di curare, attraverso un’alimentazione sana e innovativa, le malattie -ormai a livello di pandemia- prodotte dallo stile di vita come ad esempio il diabete, l’ipertensione e le malattie cardiovascolari, l’obesità, la stitichezza, le malattie autoimmuni, il cancro.
Posso testimoniare che si riesce a guarire in tre settimane di vita piacevole, con serenità, in un posto da sogno, studiando nutrizione, assistendo alla proiezione di documentari sul tema, mangiando a sazietà cibi vegani, integrali e biologici, facendo yoga ed altre attività spirituali e fisiche, praticando sport, con lezioni giornaliere di cucina vegana crudista tenute in un ambiente pulito e gradevolissimo. Sono inclusi nel pacchetto gli esami ematologici completi all’inizio e alla fine del corso, controlli medici giornalieri o a giorni alterni, a seconda dei casi individuali. Chi non riesce a eliminare totalmente i farmaci durante quelle tre settimane, può conseguirlo progressivamente nel mese successivo da casa, sempre con il controllo medico via mail, telefono o Skype, che è incluso dopo la fine del programma per un periodo di 12 mesi.
Pensavate che esistessero cose simili? E persone così capaci e oneste? Per non parlare dei costi che sono estremamente contenuti. Posso garantirvi di sì e non sto riportando qualcosa che mi è stato riferito da altri: sto raccontando ciò che ho vissuto sulla mia pelle in tre settimane che hanno cambiato profondamente il mio approccio con la preparazione dei cibi,  con il controllo della salute del mio corpo, con la vittoria sui malanni che ci trasciniamo dietro da anni pensando erroneamente che ormai facciano parte del nostro essere, con la scoperta della cucina crudista e le sue varie e appetitose ricette. Un cambiamento che armonizza il corpo e lo spirito e di conseguenza anche il mondo che ci circonda.
Il rapporto di gruppo che si crea tra i partecipanti, inclusi i facilitatori, è molto simile a quello che si crea in un gruppo di amici di scuola o di terapia: completa armonia, confidenza, solidarietà e supporto, amicizia e fratellanza. Ricordo in particolare una signora, di circa 70 anni, che non mangiava insalate e frutta e presentava una congestione di muco tale da obbligarla ad emettere suoni gutturali costanti, che risultavano fastidiosi sia per lei che per gli altri.  Dopo circa una settimana ci ha confessato di aver provato qualche insalata, infatti c'era già un miglioramento alla sua patologia: alla fine del corso mangiava regolarmente al buffet crudista ed è stata battezzata da tutti Evergreen, tant’è che nelle mail che ci scriviamo collettivamente, lei continua a firmarsi così. Alla fine delle tre settimane, i suoni che emetteva erano quasi spariti così come il muco che li causava.
Abbiamo creato un Google group mail address e ci scriviamo a quell'indirizzo, mandandoci informazioni e aggiornamenti reciproci. Sono già passati più di sette mesi e ormai per tutti la salute è una realtà.
Ho imparato a preparare i dolci crudisti e sinceramente posso affermare che non mi manca la mia pasticceria di prima. La insegno ancora quando mi viene richiesta e non lo faccio con fatica, ma preferisco insegnare quello che ormai forma parte del mio stile di vita, cosa che ho già realizzato con soddisfazione e successo in alcuni ristoranti ed alberghi.
Vi allego qualche foto e vi invito a pensarci su. Suggerisco inoltre di visitare il sito di Sharan (Sanctuary for Health and Reconnection to Animals and Nature) al seguente indirizzo: www.sharan-india.org dove troverete un filmato sul corso di nutrizione, tantissime ricette e molte preziose indicazioni.
Se volete provare, potete contattare me o qualcuno che vi possa guidare all'inizio. È raccomandabile fare il passaggio supportati dai dovuti esami del sangue e dalle conoscenze necessarie, imparando a cucinare vegano in modo variegato per non stancarsi ma, al contrario, per innamorarsene.

during classes

Evergreen and Dr. Shah

a meditation session

a cooking class

during a Saturday night talent show, demo of my daily gym

preparing whole vegan pizza in Swaswara's beautiful kitchen

a look at the daily raw buffet

my cooking group's Raw Cake

a look at the daily raw buffet


raw buffet dish


fragrance, color, flavor

great raw desserts
early morning yoga class

during a cooking class

in class

I was hungry!

evening dancing session

during classes

yoga class

during a cooking class

during an exercise

an all-women picture

No comments:

Post a Comment

There was an error in this gadget